Anpas Piemonte pronta a gestire la seconda fase dell’emergenza terremoto Asti

TERREMOTO: PARTITE LE UNITÀ CINOFILE DA SOCCORSO ANPAS
ANPAS PIEMONTE PRONTA A GESTIRE LA SECONDA FASE DELL’EMERGENZA

Le pubbliche assistenze astigiane Croce Verde Asti e Croce Verde Nizza Monferrato forniscono tre ambulanze, due automediche e cinque mezzi di protezione civile.

Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze) Comitato regionale del Piemonte tramite la propria Centrale operativa regionale ha ultimato il censimento di volontari, mezzi e dotazioni da inviare in Abruzzo a sostegno della popolazione colpita dal terremoto. Le risorse sono state messe a disposizione della colonna mobile regionale e del Dipartimento nazionale di Protezione civile.
Cinque unità cinofile da soccorso dell’Anpas Piemonte appartenenti al Nucleo cinofilo di soccorso Laika (No), ai Volontari del soccorso Cusio Sud Ovest di San Maurizio D’Opaglio (No) e alla Croce Bianca Biellese hanno raggiunto in queste ore L’Aquila e sono già operative nella ricerca di persone intrappolate ancora sotto le macerie.

Immediatamente disponibile è anche la struttura protetta per l’infanzia dell’Anpas. La struttura protetta è pensata come uno spazio particolare dedicato ai bambini, da zero agli undici anni, all’interno di un campo profughi, per dar loro un senso di normalità e tranquillità durante tutta l’emergenza. È costituita da tre moduli – tende attrezzate – che garantiscono al bambino sia la parte ludica con attività di gioco, proiezioni di filmati e cartoni animati, sia il momento di relax con brandine utilizzate anche dalle scuole materne per il riposo. Alla struttura protetta è abbinato un pma (posto medico avanzato) pediatrico.

Tutte le operazioni sono coordinate dal Dipartimento nazionale di Protezione civile ciò per rendere più efficaci e organizzati i soccorsi e gli aiuti ai senzatetto evitando improvvisazioni che potrebbero procurare solo ritardi e incertezze negli interventi. Su richiesta del Dipartimento nazionale le associate Anpas del Piemonte hanno subito pronti circa 150 volontari; 48 mezzi fra autoambulanze, automediche, autocarri e fuoristrada; quattro posti medici avanzati ovvero tende pneumatiche complete di dotazioni elettromedicali forniti da Croce Verde di Torino, Croce Bianca di Rivalta, Croce Giallo Azzurra di Torino; una cucina da campo completa di tenda, tavoli, sedie e impianto elettrico messa a disposizione dalla pubblica assistenza Proteggere Insieme di Alba in provincia di Cuneo e grado di preparare fino a 350 pasti caldi ogni ora; 9 tende e 4 gruppi elettrogeni.

Anpas ha aperto inoltre una sottoscrizione nazionale per l’emergenza terremoto in Abruzzo. I versamenti possono essere effettuati a Anpas Emergenza terremoto Abruzzo, iban:
IT 17 V 05018 02800 000 000 512 812, Banca Etica – Filiale di Firenze c/c 512812. I fondi raccolti saranno gestiti direttamente da Anpas per far fronte alle necessità che saranno riscontrate in loco.
Anpas – Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze è: 843 Pubbliche Assistenze; 199 Sezioni; oltre 100.000 volontari; 700.000 soci; 2.700 ambulanze; 300 mezzi di protezione civile; oltre 400 mezzi per trasporti sociali.

Per informazioni:
Luciana Salato – Ufficio stampa ANPAS – Comitato Regionale Piemonte
Mob. 334-6237861, e-mail: ufficiostampa@anpas.piemonte.it, www.anpas.piemonte.it

I commenti sono chiusi