Servizio civile nazionale in Anpas Asti

Il 4 ottobre scadranno i termini per la presentazione delle domande
SERVIZIO CIVILE IN ANPAS: NELLA PROVINCIA DI ASTI 13 POSTI IN ATTIVITÀ SOCIO SANITARIE

Le associazioni aderenti ad Anpas, Comitato regionale del Piemonte ricercano giovani volontari, dai 18 ai 28 anni, da avviare al Servizio civile nazionale. Dodici mesi di crescita civile e formativa, di alto valore sociale e di cittadinanza attiva.

Ragazze e ragazzi di nazionalità italiana, che non abbiano già svolto attività di servizio civile nazionale, possono impegnarsi nei servizi di emergenza urgenza 118 e di trasporto socio sanitario per 12 mesi, con un monte annuo di 1.400 ore, mediamente 30 ore alla settimana, con un compenso mensile di 433,80 euro. Le domande devono essere presentate entro il 4 ottobre 2010.
Quest’anno, per quanto riguarda l’Anpas, i progetti ai quali è possibile aderire sono: “Mani Tese” ed “Emergenza Piemonte” per Torino e provincia, “Soccorso territoriale d’emergenza” per le province di Biella, Novara, Verbania e Vercelli e “Al servizio del tuo territorio” per le province di Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbania e Vercelli per un totale complessivo di 189 posti in 39 diverse Pubbliche Assistenze piemontesi.

Nell’astigiano sono 4 le Pubbliche assistenze aderenti ad Anpas che offrono l’opportunità di svolgere Servizio civile in attività socio sanitarie per un totale di 13 posti: Croce Verde Asti (4 posti); Croce Verde Mombercelli (4 posti); Croce Verde Montemagno (2 posti); Croce Verde Nizza Monferrato (3 posti).

I progetti “Mani tese” con 50 posti in Torino e provincia e “Al servizio del tuo territorio” per le province di Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbania e Vercelli, 50 posti, prevedono lo svolgimento di servizi socio-sanitari sia su pulmini sia su autoambulanze per quei cittadini che devono effettuare terapie come dialisi, trasporti interospedalieri, essere dimessi da ospedali o case di cura, frequentare centri diurni di socializzazione o riabilitazione. In molti casi gli utenti possono essere persone disabili che spesso necessitano di essere accompagnate negli spostamenti in quanto non autosufficienti o perché bisognosi di particolari accorgimenti durante la fase del trasporto.

I progetti “Emergenza Piemonte”, in cui sono disponibili 46 posti sempre per Torino e provincia e “Soccorso territoriale d’emergenza” – 43 posti per le province di Biella, Novara, Verbania e Vercelli – sono relativi all’emergenza sanitaria. Essi includono, oltre alla possibilità di effettuare i servizi sociali precedentemente descritti, anche l’impiego in servizi di emergenza urgenza 118.
I volontari in servizio civile saranno quindi impegnati nel ruolo di soccorritore in ambulanza e in tutte le mansioni concernenti le attività di emergenza e pronto soccorso. I progetti prevedono l’inserimento e il tutoraggio dei volontari a partire da un’adeguata formazione certificata dalla Regione Piemonte e da un successivo periodo di affiancamento a personale più esperto.
Le lezioni teorico-pratiche riguarderanno, tra gli altri argomenti, la gestione dell’emergenza, la rianimazione, il trattamento del paziente traumatizzato, la comunicazione e la relazione d’aiuto.

Il servizio civile svolto all’interno di un’associazione di volontariato di pubblica assistenza è un’esperienza formativa unica, soprattutto grazie all’apprendimento di tecniche di primo soccorso che all’occorrenza possono salvare vite umane. Si tratta di un arricchimento personale per i giovani volontari che durerà per sempre.
Per questo Anpas continuerà a mobilitarsi in difesa del Servizio civile nazionale. La totale esclusione dalla graduatoria del bando 2009 del Servizio civile, a causa della drastica riduzione dei fondi destinati a questo importante istituto, ha sottratto a tanti ragazzi e ragazze l’opportunità di intraprendere un percorso che li avrebbe avvicinati al mondo del volontariato e della solidarietà. Inoltre ha prodotto notevoli difficoltà alle associate Anpas per la mancanza di volontari da indirizzare agli interventi di assistenza socio sanitaria alla cittadinanza.

Anche per il 2010 per ciò che concerne le associazioni legate ad Anpas si sono verificate delle esclusioni, è rimasto fuori dalla graduatoria un altro rilevante progetto delle Pubbliche Assistenze del Piemonte: “Attivi in emergenza” per le province di Alessandria, Asti e Cuneo a conferma della tendenza al progressivo smantellamento del Servizio civile nazionale. Nel 2008 i posti messi a disposizione per progetti Servizio civile in Italia e all’estero sono stati circa 33mila, 27mila nel 2009 e appena 19mila nel 2010.

L’Anpas Comitato Regionale Piemonte rappresenta 80 associazioni di volontariato, 8.647 volontari di cui 2.985 donne, 9.252 soci, 337 dipendenti che, con 385 autoambulanze, 94 automezzi per il trasporto disabili, 200 automezzi per il trasporto persone e di protezione civile, 5 imbarcazioni da soccorso e 42 unità cinofile svolgono annualmente 386mila servizi con una percorrenza complessiva di oltre 12 milioni di chilometri.

Grugliasco (To), 16 settembre 2010

Luciana Salato – Ufficio stampa ANPAS – Comitato Regionale Piemonte
e-mail: ufficiostampa@anpas.piemonte.it, www.anpas.piemonte.it

I commenti sono chiusi